Diventa mamma a 68anni. Ora rischia il carcere! leggete.


Il desiderio di avere un figlio nonostante l'età avanzata ha messo al centro di un'inchiesta una coppia triestina. Sessantotto anni lei e poco più di cinquanta lui, i due hanno preso in affitto un utero a Kiev per settemila euro e dopo la nascita di due gemelli sono tornati a casa con un regolare certificato di nascita rilasciato in Ucraina. L'indagine a loro carico è stata avviata da un funzionario dell'ufficio anagrafe di trieste, insospettito dall'età della madre da tempo in pensione. Ora la coppia rischia dai 5 ai 15 anni di carcere per alterazione di stato civile, in quanto volevano registrare i piccoli come loro figli.
Intanto, se il padre è certo, la madre naturale è svanita e il certificato di nascita rilasciato in ucraina è del tutto regolare. A Kiev la legge ammette infatti la “maternità surrogata”, mentre nel nostro Paese è reato affittare o prendere in affitto un utero per mettere al mondo un figlio che in altri modi non ce la fa a nascere. All'estero, invece, nei paesi che ammettono tale pratica, c'è da rispettare solo due clausole, ossia che la coppia sia sposata e che uno dei due sia impossibilitato a concepire, circostanze entrambe rispettate dai genitori triestini.